~ ITA ~ ENG
24 Ottobre 2011

Ma è poi vero che ogni pubblicazione di intercettazioni è violazione della privacy, tanto più se riguarda personaggi pubblici o politici? E che la pubblicazione di atti processuali è sempre e comunque una violazione del segreto di indagine?

20 Ottobre 2011
Giuseppe Laterza

Negli ultimi anni più volte l'attuale maggioranza di Governo ha provato a far passare leggi fortemente restrittive sia dell`uso delle intercettazioni da parte dei giudici sia della loro pubblicazione da parte dei giornali. La tutela della privacy è stato l'argomento principale. Argomento importante, ma che va bilanciato con l'efficacia delle indagini e con il diritto dei cittadini a essere informati su materie di rilievo pubblico.

17 Ottobre 2011

A FRANCOFORTE LA SOLIDARIETÀ DEGLI EDITORI STRANIERI
A ROMA APPUNTAMENTO AL TEATRO VALLE DOMENICA 16 OTTOBRE


Larghissima adesione internazionale all'appello in difesa della libera informazione lanciato dagli editori Marco Cassini e Daniele di Gennaro (minimum fax), Giuseppe e Alessandro Laterza (Editori Laterza), Stefano Mauri e Luigi Spagnol (Gruppo editoriale Mauri Spagnol)

14 Ottobre 2011

Nuove firme internazionali, raccolte a Francoforte, sotto l'appello contro il decreto legge che dovrebbe disciplinare in modo molto restrittivo intercettazioni e privacy. Ci sono indiani, coreani, svedesi e messicani, ma anche francesi e inglesi.

14 Ottobre 2011

Larghissima adesione internazionale all'appello degli editori italiani "in difesa della libera informazione" e contro il bavaglio alla Fiera dei Libro di Francoforte. E a Roma appuntamento al Teatro Valle, domenica 16.

11 Ottobre 2011

L'appello lanciato da alcuni editori italiani a difesa dell'informazione e della critica.
È firmato dagli editori Marco Cassini e Daniele di Gennaro (minimumfax), Giuseppe e Alessandro Laterza (Laterza) e Stefano Mauri e Luigi Spagnol (Gruppo editoriale Mauri Spgnol) l'appello che intende richiamare l'attenzione sulla legge che sta per essere approvata in Parlamento e «che vieta la pubblicazione delle intercettazioni disposte dai magistrati (anche dopo la loro divulgazione alle parti del processo)».

11 Ottobre 2011
Malavenda Caterina

Ora che la maggioranza parlamentare sembra intenzionata a discutere persino con l' opposizione la modifica delle norme che hanno suscitato le polemiche più aspre, risolti forse con un emendamento i problemi dei blog, sono gli editori dei libri a rischiare di rimanere con il cerino in mano.

11 Ottobre 2011

Prima di partire per Francoforte (dove mercoledì comincia la Fiera internazionale del libro, appuntamento che - crisi o non crisi - chiama come ogni anno a raccolta tutti quelli che lavorano nel settore dell'editoria), Marco Cassini e Daniele di Gennaro di minimum fax, insieme a Giuseppe e Alessandro Laterza, e a Stefano Mauri e Luigi Spagnol del gruppo omonimo, hanno lanciato un appello contro la legge sulle intercettazioni.

11 Ottobre 2011

Un appello contro il disegno di legge sulle intercettazioni che domani tornerà a essere discusso dalla camera dei deputati è stato firmato ieri da alcuni editori italiani.

11 Ottobre 2011
Luigi Mascheroni

Gli appelli, per gli intellettuali, sono come le ciliegie. Irresistibili. Appena qualcuno ne lancia uno, con riflesso pavloviano scattano penna in pugno a sottoscriverli. E così è successo ieri, non appena un gruppo di editori ha ri-lanciato un appello «In difesa della libera informazione», identico a quello pre-lanciato lo scorso anno al Salone del Libro di Torino contro il ddl intercettazioni. Stessa materia di discussione, stesso governo in carica e quindi stesse urla scandalizzate.

11 Ottobre 2011
Maurizio Bono

MILANO - Come un anno e mezzo fa, maggio del 2010 al Salone di Torino, ma con ancora più forza di allora, e su una ribalta internazionale, la Fiera del libro di Francoforte che apre domani i battenti, dove la protesta degli editori contro la "legge bavaglio" del governo Berlusconi detona come una clamorosa difesa di diritti e principi di libertà minacciati.

11 Ottobre 2011

Il tema del disegno di legge sulle intercettazioni sta animando il confronto politico da parecchio tempo. Nel maggio del 2010, in occasione della fiera del libro di Torino quando il ddl era ancora arenato in Senato e già spaccava le opioni, gli editori decisero di fa sentire la propria voce dissonante.

11 Ottobre 2011
Stefano Mauri

Intervista a Stefano Mauri, Presidente e Amministratore delegato del Gruppo editoriale Mauri-Spagnol, sull'appello degli editori in difesa dell'informazione.

10 Ottobre 2011
Tiziana Testa

Alla fiera internazionale in corso in Germania riparte la mobilitazione contro la legge bavaglio; come era già accaduto al salone del libro di Torino. Giuseppe Laterza, uno dei promotori: "Rispetto a un anno e mezzo fa, l'opinione pubblica è molto più consapevole. Ha capito che questa maggioranza sta cercando di cambiare il nostro assetto costituzionale"

10 Ottobre 2011
Andrea Coccia

A Francoforte tra un paio di giorni comincia la superclassica dell'editoria europea, la Frankfurt Buchmesse, la più grande fiera dell'editoria del continente. Nato come luogo e momento per parlare di libri, per fare affari e compravendite, per stringere contratti di collaborazione e di traduzione, la Fiera di Francoforte potrebbe diventare, per gli editori italiani, un'occasione per parlare di politica e per organizzarsi.

10 Ottobre 2011
Giovanni Mistero

Qualche mese fa, in occasione del salone del Libro di Torino, fu il tema dell'Istruzione pubblica a unire molti editori italiani nel chiedere, con una lettera aperta al Presidente della Repubblica, che fosse fatto "dell'istruzione un tema centrale di discussione tra i cittadini, nelle scuole e in ogni altro luogo di incontro, con la competenza e l'urgenza che la materia necessita" dato che la scuola "è risorsa essenziale per il libero sviluppo delle persone e per la crescita sociale, economica, culturale e civile di ogni Paese".

10 Ottobre 2011

Pubblichiamo l'appello integrale di tre editori - minimum fax, Giuseppe Laterza e il gruppo Mauri Spagnol - contro la legge sulle intercettazioni e il divieto di pubblicazione delle stesse. L'appello invita anche alla mobilitazione, e dà un appuntamento in Piazza, a Roma, per domenica prossima.

10 Ottobre 2011

Gli editori scendono in campo contro la legge sulle intercettazioni. A firmare un manifesto-denuncia Giuseppe e Alessandro Laterza, Stefano Mauri e Luigi Spagnol del Gruppo Mauri Spagnol e Marco Cassini e Daniele di Gennaro di Minimum fax.

10 Ottobre 2011
Marco Cassini e Daniele di Gennaro (minimum fax); Giuseppe e Alessandro Laterza (Editori Laterza); Stefano Mauri e Luigi Spagnol (Gruppo Editoriale Mauri Spagnol)

L'attuale maggioranza di governo sta per approvare in Parlamento una legge che vieta la pubblicazione delle intercettazioni disposte dai magistrati (anche dopo la loro divulgazione alle parti del processo).

10 Ottobre 2011

'Alla vigilia della Fiera internazionale del libro di Francoforte - dove potremo condividere la nostra preoccupazione con i colleghi editori di tutto il mondo - chiediamo al Governo e al Parlamento di recedere da questo nuovo tentativo di bloccare la diffusione di conoscenze rilevanti e significative sugli atti processuali'.

10 Ottobre 2011
Eleonora Bianchini

Dopo le proteste del maggio 2010, le case editrici tornano a far sentire la propria voce contro il ddl intercettazioni: "Inquina l'informazione più responsabile e professionale". A promuovere l'appello Minimum Fax, Laterza e Mauri Spagnol.

Non facciamo morire i libri Corriere della Sera
27 Luglio 2010
Paolo Guido Beduschi, Fabrizio Gobbi, Caterina Malavenda, Sabrina Peron, Giuliano Pisapia, Pietro Rescigno, Francesca Ruggieri, Francesco Sbisà

Il disegno di legge sulle intercettazioni approvato dal Senato il 10 giugno 2010 al momento all' esame della Camera, nella parte in cui interviene, modificando radicalmente l' articolo 8 della legge 8 febbraio 1948, numero 47, introduce delle novità che suscitano gravi perplessità. 


01 Luglio 2010
Stefano Mauri

Al Salone di Torino abbiamo lanciato un appello contro la legge bavaglio ricordando che i suoi effetti avrebbero condizionato persine la libertà dei lettori di libri. Quella specie di homo sapiens che ancora oggi ama approfondire le proprie conoscenze e abitare un mondo fatto di idee diverse e non si accontenta delle semplificazioni (purtroppo gli editori di libri non sono tra le parti alle quali è stata concessa audizione in questa fase di gestazione).

02 Giugno 2010
Giorgio Dell’Arti

La legge sulle intercettazioni, l'uscita di scena di Santoro, la lettera della Busi

24 Maggio 2010
Stefano Mauri

Caro direttore, quanti polmoni sani verranno espiantati dal torace dei cittadini? Quanti risparmi di una vita andranno in fumo per i bond di un' impresa truffaldina? Quante case verranno regalate con i soldi dei contribuenti tra la fine del segreto istruttorio e la prima udienza che può avvenire dopo 2, 4, 10 anni?

18 Maggio 2010
Stefano Mauri

Stefano Mauri spiega in una lettera al direttore del Corriere della Sera perché è giusto l'appello in difesa della libertà di stampa e di informazione promosso insieme a Giuseppe Laterza e al mondo dell'editoria.

15 Maggio 2010

Il Gruppo editoriale Mauri Spagnol e le case editrici controllate e collegate promuovono l'appello in difesa della libertà di stampa e in particolare dei diritti di informazione e di critica che rischiano di essere compromessi dall'applicazione del disegno di legge 1425 in via di approvazione al Senato.