Diritti audiovisivi

Tante storie da raccontare e immaginare

Una penna che

conquista anche il cinema

Dallo straordinario romanzo di André Aciman, pubblicato in Italia da Guanda, il film di Luca Guadagnino, Premio Oscar 2018, interpretato da Timothée Chalamet e Armie Hammer.

Cover story

Cover story

Alessandra Selmi

Al di qua del fiume

Al tramonto dell’Ottocento, grazie all’ambizioso progetto della famiglia Crespi, sulle sponde del fiume Adda nasce un villaggio operaio unico, oggi patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Speranze, drammi, misteri, vendette e amori di imprenditori visionari e coraggiosi e famiglie operaie in un grandioso ed emozionante affresco che racconta cinquant’anni di storia italiana.


Nel 1877, un piccolo triangolo di terra delimitato dal fiume Adda rappresenta agli occhi di Cristoforo Crespi il futuro e l’occasione per la sua famiglia di lasciare un segno indelebile nel mondo. Lui, figlio di un tengitt, di un tintore, lì farà sorgere un cotonificio all’avanguardia e, soprattutto, un villaggio per gli operai come mai si è visto in Italia, giocandosi tutto quello che ha, i soldi, la reputazione e anche il rapporto col fratello Benigno. Per Cristoforo ciò che conta è produrre qualcosa di concreto e cambiare in meglio la vita dei suoi operai. E la vita della giovane Emilia cambia il giorno in cui si trasferisce nel nuovo villaggio. Figlia di uno dei più fedeli operai dei Crespi, e con una madre tormentata da cupe premonizioni del futuro, Emilia è spettatrice della creazione di un mondo autosufficiente al di qua del fiume, tra funzionalità industriale e fascino architettonico, dove nascere, vivere e morire senza aver mai bisogno di uscire dai suoi confini. La sua esistenza, nel corso degli anni, si legherà ineluttabilmente a quella degli altri abitanti di Crespi d’Adda. Come la famiglia Malberti, l’anima nera del villaggio, o gli Agazzi, stirpe di proletari idealisti e ribelli. Con loro, Emilia vive i piccoli e grandi stravolgimenti di quel microcosmo e affronta le tempeste della Storia: i moti per il pane del 1898, la prima guerra mondiale, le sollevazioni operaie… Tuttavia il suo destino si intreccia a quello di Silvio Crespi, erede dell’azienda e della visione del padre Cristoforo. Nonostante l’abisso sociale che li divide, tra i due s’instaura un rapporto speciale che resisterà nel tempo, facendo di Emilia il sostegno di Silvio nel momento in cui i Crespi – forse diventati troppo ricchi, troppo orgogliosi, troppo arroganti – rischieranno di perdere tutto. Fino all’avvento del Fascismo, quando il villaggio Crespi, come il resto del mondo, non sarà più lo stesso.

Titoli GeMS da portare sul piccolo e grande schermo

Dopo il grande successo di Fiore di roccia un’altra meravigliosa storia vera e dimenticata.

Ilaria Tuti – autrice da oltre 600.000 copie vendute –  riporta alla luce la straordinaria ed epica impresa delle prime donne chirurghe inglesi che aprirono un ospedale al fronte durante la Prima guerra mondiale e che curarono la mente degli uomini scioccati dalla guerra con l’arte del ricamo.

Un romanzo sull’incontro tra il mondo maschile della guerra e il mondo femminile della cura.


Londra, settembre 1914 «Le mie mani non tremano mai. Sono una chirurga, ma alle donne non è consentito operare. Men che meno a me: madre ma non moglie, sono di origine italiana e pago anche il prezzo dell’indecisione della mia terra natia in questa guerra che già miete vite su vite. Quando una notte ricevo una visita inattesa, comprendo di non rispondere soltanto a me stessa. Il destino di mia figlia, e forse delle ambizioni di tante altre donne, dipende anche da me. Flora e Louisa sono medici, e più di chiunque altro hanno il coraggio e l’immaginazione necessari per spingere il sogno di emancipazione e uguaglianza oltre ogni confine. L’invito che mi rivolgono è un sortilegio, e come tutti i sortilegi è fatto anche d’ombra. Partire con loro per aprire a Parigi il primo ospedale di guerra interamente gestito da donne è un’impresa folle e necessaria. È per me un’autentica trasformazione, ma ogni trasformazione porta con sé almeno un tradimento. Di noi stessi, di chi ci ama, di cosa siamo chiamati a essere. A Parigi, lontana dalla mia bambina, osteggiata dal senso comune, spesso respinta con diffidenza dagli stessi soldati che mi impegno a curare, guardo di nuovo le mie mani. Non tremano, ma io, dentro di me, sono vento.»

Questa è la storia dimenticata delle prime donne chirurgo, una manciata di pioniere a cui era preclusa la pratica in sala operatoria, che decisero di aprire in Francia un ospedale di guerra completamente gestito da loro. Ma è anche la storia dei soldati feriti e rimasti invalidi, che varcarono la soglia di quel mondo femminile convinti di non avere speranza e invece vi trovarono un’occasione di riabilitazione e riscatto. Ci sono vicende incredibili, rimaste nascoste nelle pieghe del tempo. Sono soprattutto storie di donne. Ilaria Tuti riporta alla luce la straordinaria ed epica impresa di due di loro.

 

Un dark romance dall’atmosfera scintillante che nasconde un lato oscuro, una protagonista femminile forte e combattiva, un intreccio che richiama le atmosfere del thriller e dell’horror: questi gli ingredienti della saga in 4 volumi self-published più amata e venduta del 2021.


Aria Davidson, ventidue anni, è un’aspirante fotografa senza prospettive. Rimasta al verde, è costretta a lavorare come domestica per un’importante famiglia di Miami, gli Harrison. Per Aria è la chance per conquistare l’indipendenza e riuscire finalmente a realizzare il suo sogno: fare la fotografa. Il suo passato doloroso, però, l’ha resa piena di rabbia e rancore, le basta un nonnulla per perdere le staffe e Aidan, uno dei sei fratelli che abitano casa Harrison, se ne accorge all’istante. Aria e Aidan sono due facce della stessa medaglia: lui controllato, lei istintiva, lui imperscrutabile, lei appassionata. All’apparenza sembrano condividere solo la sofferenza. Fra litigi e provocazioni, nonostante la loro diversità, i due si avvicinano sempre di più, lasciando spazio ai sentimenti. Aria però non conosce le pericolose verità che incombono sulla famiglia Harrison e quando i segreti si rivelano, è ormai troppo tardi per lei per andarsene.

«Immaginavo un amore delicato come il suono di una sinfonia. Leggero come il battito d’ali di una farfalla. Ma sbagliavo. Sin dal primo momento in cui mi ha toccata, l’amore è stato la melodia stonata di una chitarra elettrica. La dannazione di un’anima in collisione».

Una nuova voce del dark romance che attinge alla tradizione del genere per mettere in scena temi forti, in bilico tra segreti inconfessabili e passione, e due protagonisti complessi e tormentati.

Vanessa è una studentessa al secondo anno di college. Ha un amore viscerale per i libri e per la pioggia e un legame indissolubile con i suoi migliori amici. Dopo il divorzio dei genitori, conosce Travis, un ragazzo grazie al quale spera di riuscire a ritrovare la serenità da tempo perduta. Per due lunghi anni niente sembra poter scalfire la loro burrascosa storia d’amore. Almeno fino a quando Vanessa non si imbatte per la prima volta nella spocchiosa arroganza di Thomas: un ragazzo tanto sicuro di sé quanto ostile, vittima e carnefice dal passato tormentato, con un terribile segreto che lo condanna all’infelicità. Le vite di Thomas e Vanessa, così diversi tra loro eppure in fondo così simili, si incastrano, dando vita a un rapporto travolgente e doloroso insieme: fatto di passione e litigi, segreti e ostacoli. E quando tutto sembra finalmente girare per il verso giusto, una presenza inaspettata stravolgerà ogni cosa.

Carrie Leighton è lo pseudonimo di una giovane autrice italiana che preferisce rimanere anonima. Better è il suo primo romanzo, già diventato un successo su Wattpad con oltre 7 milioni di lettori e fanpage e fanfiction dedicate, create da una community fortissima attiva su tutte le piattaforme social.

C’erano una volta una citta divisa e un amore indissolubile. Una verità nascosta potrà portare al lieto fine?

Un grande romance New Adult dal tocco fantasy.


In una città dilaniata dall’odio, i Red e i White vivono divisi. Alti cancelli separano i loro due mondi, almeno fino al giorno in cui il sindaco non decide di trasferire gli studenti della Red School alla White Academy, per far sì che le fazioni si mescolino e la tensione che ormai da troppo tempo imperversa si stemperi. È così che Isabella, figlia di una delle famiglie più influenti della città, incontra per la prima volta Kinan, il rappresentante dei Red. Kinan ha capelli rosso fuoco, magnetici occhi verdi e l’aria di uno studente modello. In lui e in tutti i Red, però, c’è qualcosa di anomalo. Il loro sorriso è forzato, la gentilezza innaturale, ogni gesto che compiono sembra nascondere un’ombra. Isabella, ostinata e coraggiosa, sarà la prima a scoprire il segreto terrificante che si cela dietro l’apparenza. Un segreto tanto pericoloso da essere in grado di sconvolgerle la vita. Tutto ciò in cui Issa ha sempre creduto crolla nell’istante in cui il suo sguardo incrocia le iridi color smeraldo di Kinan. In un’altalena di odio feroce e inspiegabile attrazione, i loro destini sono condannati a intrecciarsi in modo tragico e irreversibile. A legarli è una verità che aspetta da troppo tempo di essere raccontata, una verità non detta.

Rokia sin da bambina ha sempre amato inventare storie. Dal 2016 ha cominciato a raccontarle su Wattpad quasi per gioco, con lo pseudonimo di Clarine Jay, raggiungendo oltre 11 milioni di letture. The Truth Untold è il suo primo romanzo.

Usiamo i cookie.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies descritti nella nostra Cookie Policy. Prendi visione anche della nostra Privacy Policy.